CONTRASTO ALLE FRODI FISCALI INTERNAZIONALI E NAZIONALI: DECRETO DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI | Confcommercio - Imprese per l'Italia - Palermo
Lunedì 22 Gennaio 2018
AREA FISCALE

CONTRASTO ALLE FRODI FISCALI INTERNAZIONALI E NAZIONALI: DECRETO DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Lo scorso 19 marzo il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta dei Ministri Tremonti, Scajola e Calderoli, un decreto legge recante disposizioni tributarie e finanziarie urgenti in materia di contrasto alle frodi fiscali...

01/04/2010

Lo scorso 19 marzo il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta dei Ministri Tremonti, Scajola e Calderoli, un decreto legge recante disposizioni tributarie e finanziarie urgenti in materia di contrasto alle frodi fiscali internazionali e nazionali operate, tra l`altro, nella forma dei cd «caroselli» e «cantiere», di potenziamento e razionalizzazione della riscossione tributaria anche in adeguamento alla normativa comunitaria, di destinazione dei gettiti recuperati al finanziamento di un fondo per incentivi e sostegno della domanda in particolari settori (cd decreto incentivi.

Si tratta in particolare, precisando che ad oggi non risulta ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale, di:

DISPOSIZIONI IN MATERIA FISCALE

- Disposizioni in materia di contrasto alle frodi fiscali e finanziarie internazionali e nazionali operate, tra l`altro, nella forma dei così detti «caroselli» e «cartiere» (art. 1)
- Disposizioni in materia di potenziamento dell`amministrazione finanziaria ed effettività del recupero di imposte italiane all`estero e di adeguamento comunitario (art. 2, comma 1)
- Deflazione del contenzioso e razionalizzazione della riscossione (art. 3, commi 1, 2 e 3)
- Agevolazioni fiscali per gli investimenti in attività di ricerca industriale e sviluppo pre-competitivo (art. 4, commi 2, 3 e 4)


DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AMBIENTE ED ENERGIA

- Fondo per interventi a sostegno della domanda nei settori in crisi (articolo 4, comma 1 e comma 5)


DISPOSIZIONI IN MATERIA DI TRASPORTI

- Disciplina autoservizi pubblici non di linea (art. 2 comma 3)
- Fondo per le infrastrutture portuali (art.4 commi 6, 7 e 8)
- Trasporti marittimi tutela dei crediti dell'Ipsema e dell'Agenzia delle Entrate (art.1 comma 5)


DISPOSIZIONI VARIE

- Destinazione risorse Fondo per la finanza di impresa (art. 4, comma 5) - Edilizia libera (articolo 5 comma 1-2)
- Concessionari pubblici statali (art. 2, comma 2)
- Contratti di assicurazione e conti dormienti (art. 2, comma 4)