APPROVAZIONE SUI SERVIZI NEL MERCATO INTERNO DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI | Confcommercio - Imprese per l'Italia - Palermo
Lunedì 18 Giugno 2018
AREA FISCALE

APPROVAZIONE SUI SERVIZI NEL MERCATO INTERNO DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Il 19 marzo 2010 u.s., il Consiglio dei Ministri, ha definitivamente approvato il decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno. Il testo del provvedimento, contiene...

06/04/2010

Il 19 marzo 2010 u.s., il Consiglio dei Ministri, ha definitivamente approvato il decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno.

Il testo del provvedimento, contiene alcune importanti modifiche, in particolare, per alcuni settori del sistema confederale. Modifiche peraltro oggetto di comunicazioni purtroppo inesatte riportate in questi giorni da alcuni organi di informazione (ad es. con riferimento alle categorie degli agenti e rappresentanti, mediatori, edicole).

In particolare, per quanto riguarda la prima parte, che ha carattere generale e ripropone i principi enunciati nella direttiva, viene confermato il mantenimento dell`attuale impianto normativo in materia di distribuzione commerciale, seppur con gli adeguamenti necessari al fine di garantire il rispetto dei principi e delle disposizioni della direttiva.

Per quanto riguarda invece la seconda parte del decreto, sono state apportate alcune modifiche.

Il Governo ha previsto un termine maggiore (6 mesi piuttosto che gli originari 2) per l`emanazione del decreto che dovrà disciplinare le nuove modalità e i termini per l`iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti iscritti negli elenchi, albi e ruoli soppressi.

E` stata infine introdotta, nel riformulato art. 80, una nuova previsione ai sensi della quale qualsiasi soggetto, pubblico o privato, che istituisca o attribuisca marchi o altri attestati di qualità relativi a servizi, è tenuto a rendere disponibile mediante il proprio sito internet, tanto ai prestatori quanto ai destinatari, le informazioni inerenti il significato dei marchi nonchè i criteri di attribuzione dei medesimi e degli altri attestati di qualità, dandone contestuale avviso al Ministero dello sviluppo economico in cui deve essere altresì evidenziato se si tratta di certificazioni rilasciate in conformità al sistema di accreditamento di cui al Regolamento (CE) n. 756/2008.