PRESENTAZIONE ISTANZE DEL CREDITO DIMPOSTA | Confcommercio - Imprese per l'Italia - Palermo
Mercoledì 25 Aprile 2018
AREA FISCALE

PRESENTAZIONE ISTANZE DEL CREDITO DIMPOSTA

Da oggi, è possibile presentare le istanze per i sistemi di sicurezza, previsti dall`art. 1, commi da 228 a 237, della L. 24 dicembre 2007, n. 244 (legge Finanziaria 2008) e resi attuativi da due decreti ministeriali del 6 febbraio 2008..

02/02/2010

Da oggi, è possibile presentare le istanze per i sistemi di sicurezza, previsti dall`art. 1, commi da 228 a 237, della L. 24 dicembre 2007, n. 244 (legge Finanziaria 2008) e resi attuativi da due decreti ministeriali del 6 febbraio 2008, per concorrere agli incentivi fiscali 2010, sotto forma di credito d'imposta, fino ad esaurimento dei fondi.

Occorre presentare una istanza presso l`Agenzia delle Entrate utilizzando il modello approvato con il Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate del 31 marzo 2008 e reperibile sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it.

Sono ammessi al beneficio:

- gli esercenti esclusivamente attività di rivendita di generi di monopolio, operanti in base a concessione amministrativa (autorizzazione ex legge 22/12/1957, n. 1293);

- gli esercenti, in via prevalente, attività di rivendita di generi di monopolio, in base a concessione amministrativa oltre ad attività commerciali di vendita al dettaglio e all`ingrosso, e attività di somministrazione di alimenti e bevande. A questo riguardo si considera prevalente l`attività in relazione alla quale sono stati conseguiti i maggiori ricavi, assunti al lordo del prezzo corrisposto al fornitore dei beni, nel periodo d`imposta precedente a quello per il quale è richiesto il credito d`imposta;

- tutte le attività commerciali di vendita al dettaglio e all`ingrosso (compresi i rivenditori in base a contratti estimatori di giornali, libri e periodici e i distributori di carburante);

- tutti gli esercenti attività di somministrazione di alimenti e bevande.

Sono riconosciute le spese effettuate per l'acquisto e la prima installazione nel luogo d'esercizio dell'attività degli impianti e attrezzature di sicurezza, con la finalità di prevenire furti, rapine e altri atti illeciti, inclusi i sistemi di pagamento con moneta elettronica.

Il credito d`imposta è riconosciuto pari all`80% delle spese sostenute e non superiore a:

- 1.000 € per ciascun beneficiario in ciascun periodo d`imposta (2008, 2009, 2010) ammesso al beneficio (per le attività di rivendita esclusiva o prevalente di generi di monopolio);

- 3.000 € per ciascun beneficiario (per gli altri soggetti). Il credito d'imposta va utilizzato tenuto conto del credito d'imposta complessivamente riconosciuto nell'intero triennio 2008-2010.

Per quest`ultimi, ovvero le pmi commerciali di vendita al dettaglio e all'ingrosso e alle attività di somministrazione di alimenti e bevande devono esserci i seguenti requisiti:

- possedere meno di 250 occupati;

- fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro o,

- un totale di bilancio non superiore a 43 milioni di euro.

Il credito d`imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione ex art. 17 D.Lgs. 241/1997, a decorrere dalla data di concessione e deve essere indicato, a pena di decadenza, sia nella dichiarazione dei redditi del periodo d`imposta nel quale è stato riconosciuto, sia in quella relativa al periodo d`imposta nel quale è stato utilizzato.

Inoltre, il bonus non concorre a formare la base imponibile delle imposte sul reddito e dell'Irap né ai fini della determinazione degli interessi passivi deducibili ai sensi dell'art. 61 del Tuir.

L'Agenzia delle Entrate esaminerà le domande in ordine cronologico di presentazione e comunicherà l'esito, in via telematica, entro 30 giorni.