IVA, UN AUMENTO CHE PESERÀ SUI CONSUMI | Confcommercio - Imprese per l'Italia - Palermo
Mercoledì 25 Aprile 2018
AREA FISCALE

IVA, UN AUMENTO CHE PESERÀ SUI CONSUMI

Confcommercio sottolinea che "deve essere evidente a tutti che l'aumento di un punto dell'aliquota Iva produrrà inevitabilmente un piccolo scalino inflazionistico, che contribuirà a ridurre la già bassa dinamica dei...

19/09/2011

Confcommercio sottolinea che "deve essere evidente a tutti che l'aumento di un punto dell'aliquota Iva produrrà inevitabilmente un piccolo scalino inflazionistico, che contribuirà a ridurre la già bassa dinamica dei consumi delle famiglie e del Pil".

"Deve essere evidente a tutti che l'aumento di un punto percentuale dell'aliquota Iva del 20% al 21% produrrà inevitabilmente un piccolo scalino inflazionistico, che contribuirà a ridurre la già bassa dinamica dei consumi delle famiglie e del Pil". La denuncia è di Confcommercio, dopo gli allarmi arrivati da consumatori e associazioni del mondo agricolo. "In un momento di crisi così profonda, in cui imprese e famiglie tutte stanno soffrendo da molto tempo - sostiene la Confederazione - si sperava che i vecchi copioni fossero stati cestinati per far posto ad analisi più serie sulle dinamiche di mercato e l'inflazione". "Evidentemente - conclude Confcommercio - la tentazione di cavalcare i luoghi comuni è ancora troppo forte per talune associazioni di consumatori e di agricoltori". Intanto, Federazione Moda Italia-Confcommercio ha annunciato che l'incremento dell'Iva al 21% non avrà, in questa fase, una ricaduta sui prezzi finali nei negozi di abbigliamento, calzature, pelletteria, accessori moda ed articoli sportivi. "Siamo consapevoli del momento di grande difficoltà del nostro Paese ed i nostri operatori associati si accolleranno, in questo periodo, l'aumento del punto percentuale di Iva", ha infatti detto il presidente Renato Borghi.