PROROGA DEI TERMINI DI VERSAMENTO PER LANNO 2012 | Confcommercio - Imprese per l'Italia - Palermo
Mercoledì 25 Aprile 2018
AREA FISCALE

PROROGA DEI TERMINI DI VERSAMENTO PER LANNO 2012

Con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 6 giugno 2012 è stato disposto il differimento dei termini di effettuazione dei versamenti dovuti dai contribuenti risultanti dalle dichiarazioni fiscali, per l'anno 2012...

10/07/2012

Con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 6 giugno 2012 è stato disposto il differimento dei termini di effettuazione dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni fiscali, per l'anno 2012.


1. Termini per l`effettuazione dei versamenti per l`anno 2012

L`art. 1 del decreto in esame differisce per le persone fisiche i termini di effettuazione dei versamenti risultanti:
- dalla dichiarazione dei redditi;
- dalla dichiarazione dell`Irap;
- dalla dichiarazione unificata annuale (che comprende anche i versamenti previsti per la cosiddetta «cedolare secca» sugli affitti).

Per i predetti soggetti i versamenti in scadenza il 18 giugno 2012, possono essere effettuati:

- entro il 9 luglio 2012, senza alcuna maggiorazione;
- dal 10 luglio 2012 al 20 agosto 2012, maggiorando le somme da versare dello 0,40% a titolo di interesse.

Le scadenze di cui sopra, si applicano anche:
- ai soggetti diversi dalle persone fisiche che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito per ciascuno studio di settore;
- ai soggetti che partecipano a società, associazioni ed imprese che applicano gli studi di settore e, cioè, ai soci di società di persone, agli associati di associazioni tra artisti e professionisti, ai collaboratori di imprese familiari ed ai coniugi di aziende coniugali, nonché ai soci di società a responsabilità che hanno optato per il regime di «trasparenza fiscale».

Il differimento dei termini di versamento riguarda tutti i versamenti risultanti dal modello «Unico 2012», compresi i versamenti dei contributi previdenziali.

Per tutti gli altri adempimenti fiscali sono confermate le scadenze ordinarie.