Sabato 23 Settembre 2017
AREA LAVORO

LAVORATORI PARASUBORDINATI. CONTRIBUTI 2009

Sono state rese note le aliquote contributive dovute, nell`anno 2009, per i lavoratori iscritti alla Gestione separata INPS: L`INPS, nel ricordare che l`incremento contributivo è stato disposto dalla legge finanziaria 2008...

03/03/2010

Sono state rese note le aliquote contributive dovute, nell`anno 2009, per i lavoratori iscritti alla Gestione separata INPS: L`INPS, nel ricordare che l`incremento contributivo è stato disposto dalla legge finanziaria 2008 (l.247/07), precisa che la ripartizione della contribuzione fra collaboratore e committente resta fissata nella misura rispettivamente di 1/3 e 2/3. Per gli associati in partecipazione la ripartizione della contribuzione resta fissata nella misura del 55% a carico dell`associante e del 45% a carico dell`associato.

MINIMALI E MASSIMALI DI RETRIBUZIONE 2010
Sono stati resi noti i valori dei minimali e massimali di retribuzione da prendere a riferimento per il calcolo dei contributi di previdenza ed assistenza sociale, a decorrere dal 1° gennaio 2010. I nuovi parametri sono stati aggiornati sulla base della variazione del costo della vita, accertata dall`ISTAT nella misura del 0,7%. Evidenziamo, di seguito, gli aspetti più rilevanti delle istruzioni operative emanate dall`INPS.

Minimali di retribuzione giornaliera
la retribuzione minima da assoggettare a contribuzione nel 2010 non potrà essere inferiore al minimale giornaliero di 43,79 euro. Per quanto concerne i lavoratori con qualifica di dirigente il minimale giornaliero è pari a 121,15 euro.

Lavoratori a tempo parziale
L`art. 1, 4° comma, della legge 389/1989, confermato dall`art.9 del Decreto Legislativo 61/2000, prevede un particolare sistema di calcolo del minimale orario per i lavoratori con contratto a tempo parziale. In base a tale norma, infatti, i contributi relativi ai predetti lavoratori devono essere calcolati su una retribuzione oraria non inferiore all`importo che si ottiene moltiplicando il minimale giornaliero di 43,79 euro per le giornate lavorative settimanali ad orario normale (sei) e dividendo il risultato ottenuto per le ore settimanali previste dai contratti nazionali di categoria per i lavoratori a tempo pieno.

Aliquota aggiuntiva
L`aliquota aggiuntiva dell`1% a carico del lavoratore deve essere applicata sulla quota di retribuzione eccedente il limite della prima fascia di retribuzione pensionabile che, per l`anno 2010, è pari a 42.364 euro. Il predetto importo, rapportato a mese, è pari a 3.530,00 euro.

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO - INVIO PROSPETTO INFORMATIVO ART. 9 COMMA 6 LEGGE 68/99
Il Ministero del lavoro con circolare n°2 del 22 gennaio 2010 ha chiarito le modalità operative relative all`invio del prospetto informativo previsto dall`art. 9 comma 6 della legge 68/99.

Datori di lavoro obbligati all`invio del prospetto informativo
L`art. 9, comma 6, della L. n°68/1999, così come modificato dall`art. 40, comma 4, della legge n°133/2008, prevede che i datori di lavoro pubblici e privati, che occupano almeno 15 dipendenti, debbono inviare, entro il 31 gennaio di ogni anno ed esclusivamente per via telematica, agli uffici competenti un prospetto informativo sulla loro situazione occupazionale ai fini degli adempimenti richiesti dalla normativa sul lavoro dei disabili.
Tuttavia, nell`ipotesi in cui, rispetto all`ultimo prospetto inviato, non avvengano cambiamenti nella situazione occupazionale, tali da modificare l`obbligo o da incidere sul computo della quota di riserva, il datore di lavoro non è tenuto ad inviare il prospetto.