CAMERA DI COMMERCIO PALERMO-ENNA, IN CORSA PATRIZIA DI DIO (CONFCOMMERCIO): “NO ALLE VECCHIE LOGICHE, OCCORRE ARIA NUOVA E IL LAVORO A SUPPORTO DELLE AZIENDE. VOGLIAMO GLI ELENCHI DELLE IMPRESE ASSOCIATE PER VERIFICARE LA LEGITTIMITA` DELLE POSIZIONI” | Confcommercio - Imprese per l'Italia - Palermo
Lunedì 20 Novembre 2017
NOTIZIE

CAMERA DI COMMERCIO PALERMO-ENNA, IN CORSA PATRIZIA DI DIO (CONFCOMMERCIO): “NO ALLE VECCHIE LOGICHE, OCCORRE ARIA NUOVA E IL LAVORO A SUPPORTO DELLE AZIENDE. VOGLIAMO GLI ELENCHI DELLE IMPRESE ASSOCIATE PER VERIFICARE LA LEGITTIMITA` DELLE POSIZIONI”

27/01/2016

«L'affermazione dell'indispensabile autonomia delle imprese e degli imprenditori, portare avanti interessi collettivi e di un intero territorio, rispetto a interessi particolaristici di centri di potere più o meno occulti e della politica. E' questo il senso della mia candidatura alla presidenza della Camera di commercio di Palermo ed Enna», è quanto afferma Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo che annuncia la sua corsa al vertice della Camera di Commercio di Palermo ed Enna.

«Utilizzerò un metodo forse «nuovo» a molti, quello dei contenuti, degli obiettivi e dei risultati per il bene delle imprese, secondo il principio della rappresentanza dei settori commerciali, produttivi e di servizio, la rappresentanza dei consumatori e dei sindacati - aggiunge Patrizia Di Dio -. No alle vecchie logiche, no agli accordi e agli scambi per la conquista di posizioni di potere personali. Anche per questa ragione, come Confcommercio abbiamo richiesto l'accesso agli atti al commissario ad acta per accedere agli elenchi delle imprese associate presentati dalle associazioni risultate assegnatarie di seggi e quindi verificare la legittimità di tutte le posizioni».

«Occorre aria nuova anche in questa Camera di Commercio - prosegue Di Dio - credo fermamente in certi principi che hanno ispirato la mia azione volontaristica in questi anni di impegno, sono una imprenditrice che vive sulla propria pelle i problemi del fare impresa in questo territorio e che ha a cuore lo sviluppo economico che possa tradursi positivamente per tutti. In questa partita elettorale, interna alle associazioni, mi scontrerò con logiche che non sempre sono quelle di reale interesse collettivo e delle categorie rappresentate», sottolinea Patrizia Di Dio.

«Ho sempre creduto e continuo a credere nell'associazionismo come espressione concreta a supporto delle aziende e lavorerò esclusivamente in questa direzione», conclude Patrizia Di Dio.